Una precisa idea di Fondazione

Presentato a Torino il Piano strategico 2017-2020 della Compagnia di San Paolo.

Presentato a Torino il Piano strategico 2017-2020 della Compagnia di San Paolo. È incentrato su alcune parole chiave: Hub di conoscenze, competenze e policies per lo sviluppo, fund raising per i partner, comunicazione strategica.

Dal 2000 in poi il Piemonte ha vissuto fasi alterne e a distanza di 15 anni la nostra economia si è scoperta più povera. I principali indicatori economico finanziari segnalano che nel Nord Ovest più che altrove la crescita del periodo tra il 2000 e il 2008, è stata annullata negli anni successivi e ha continuato a scendere fino al 2014. A partire dal 2015 la situazione economica di Torino e del Piemonte è migliorata così come quella del Nord Ovest. La ripresa però è lontana dall’essere robusta, non interessa tutti i settori e permangono l’incertezza e il rischio di una inversione di tendenza. È sotto gli occhi di tutti che i cambiamenti degli ultimi 20 anni hanno lasciato pesanti eredità e poche certezze. Alla luce di questa situazione la Compagnia di San Paolo, nel presentare le linee programmatiche per il 2017, e i primi step del documento programmatico pluriennale 2017-2020 ha sottolineato di aver intrapreso un percorso verso un nuovo orientamento allo sviluppo e verso una cultura dell’innovazione sociale, culturale e tecnologica che si coniuga con una preoccupazione di coesione sociale. Questo orientamento prevede, da parte della Fondazione, uno scenario di risorse stabili per le erogazioni, e una maggiore capacità selettiva e la capacità di investire con un’ottica di medio lungo termine. Per questo la Fondazione ha dichiarato di aver scelto di rendere più efficace ed efficiente il proprio modo di operare, ponendo come sempre al centro le persone e il territorio, e ha previsto tre tematiche centrali di intervento: l’educazione; l’innovazione a tre livelli, sociale, culturale, tecnologica, e lo sviluppo delle persone e del territorio privilegiando le opportunità di lavoro. La lettura complessiva che la Compagnia di San Paolo dà dei territori in cui si trova ad operare non può quindi che partire dalla situazione critica dell’Italia in questi anni, con un accento sul fatto che per il Nord Ovest, il territorio non è allineato con la parte più dinamica dell’Italia, ma con la posizione media del paese. Ecco quindi che è sempre più importante che tutti gli attori che operano a vantaggio dell’economia locale facciano la loro parte, in sinergia, per perseguire l’obiettivo comune di un ritorno alla stabilità e al fatto di poter guardare al futuro con più fiducia.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni