«Piemex è una rete di scambi che aiuta le aziende a crescere»

Oltre 200 transazioni nell’ultimo anno, Bartolomeo Cravero di Agripiemonte racconta come il Circuito abbia aiutato la sua attività a trovare nuovi clienti e nuovi fornitori. Una comunità che cresce continuamente e nella quale si possono affrontare anche tante spese di natura personale, in crediti, risparmiando liquidità preziosa in euro.

Oltre 200 transazioni nell’ultimo anno, più di 200 strette di mano che hanno migliorato conti e relazioni. Bartolomeo Cravero non ha dubbi: «Con l’iscrizione a Piemex siamo entrati a far parte di una rete tra aziende che ci ha permesso di instaurare rapporti commerciali di fiducia».

L’imprenditore, proprietario di Agripiemonte che gestisce assieme alla moglie Katia Gaidano, al figlio e a un collaboratore, è un iscritto di lungo corso entusiasta e intraprendente: «Siamo nel Circuito da quattro anni e, oggi più che mai, siamo convinti che questo sistema dia grande impulso alla piccole e medie imprese creando valore aggiunto».

La sua azienda agricola, un pezzo di storia produttiva della regione, si trova a Carmagnola: «La tenuta in cui ci troviamo risale al Seicento e appartiene alla mia famiglia da tre generazioni – racconta con orgoglio – coltiviamo prati polifiti, cereali e alleviamo bovini di razza piemontese che macelliamo, trasformiamo e commercializziamo nei nostri due punti vendita, uno nella tenuta e l’altro in città».

Qualità e genuinità le caratteristiche dei prodotti di Agripiemonte che in Piemex ha trovato nuove opportunità di sviluppo e di crescita. «Sin dall’inizio abbiamo percepito l’utilità del sistema, abbiamo portato a termine operazioni importanti per l’attività ma anche a livello personale. In crediti infatti abbiamo affrontato anche parte della ristrutturazione di casa. Ogni scambio nel Circuito è importante perché ci permette sia di conoscere nuovi clienti e fornitori, sia di risparmiare euro».

L’elenco di beni e di servizi acquistati in crediti è corposo e comprende sia quelli necessari all’azienda sia quelli di natura personale. Nella prima categoria rientrano: i prodotti di pulizia e di confezionamento, le manutenzioni, la contabilità, la formazione del personale e i piani per la sicurezza; nella seconda sono compresi: abbigliamento, elettrodomestici, spesa alimentare.

Una comunità che cresce di continuo e nella quale anche i collaboratori dell’azienda trovano opportunità sempre nuove. Grazie anche all’allargamento degli scambi con imprese di altre regioni, in particolare Sardegna, Emilia-Romagna e Liguria. «Personalmente – conclude Cravero – vedo questo sistema come un’enorme occasione di crescita, una rete di aziende che scambiano tra loro beni e servizi in modo etico e rispettoso, cose che spesso mancano nel commercio classico».

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni