«Piemex ha cambiato le mie abitudini personali e aziendali»

Così Piero Lavalle della CAREservice di Torino, attività specializzata in assistenza, ricambi e accessori per elettrodomestici, sintetizza la propria esperienza come imprenditore e consumatore el Circuito piemontese.

Persuasivo con la forza dei fatti e dell’esperienza diretta. Piero Lavalle di Cs, CAREservice, negozio specializzato in assistenza, ricambi e accessori per elettrodomestici, è un convinto e tenace sostenitore di Piemex: «Non cerco di convincere alcuno perché la diffidenza nei confronti del nuovo è scoraggiante. Mi limito a raccontare come sono cambiate le mie abitudini di consumo e come l’azienda ha beneficiato di un incremento di beni e servizi».

L’attività con sede a Torino ha i suoi punti di forza nella completezza ed efficienza del servizio. «Interveniamo a domicilio per riparazioni di: asciugatrici, cappe, congelatori, cucine, elettrodomestici da incasso, forni, frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, microonde, piani cottura, purificatori aria-acqua, tritarifiuti. Disponiamo inoltre di un laboratorio in sede per gestire rapidamente gli interventi e operiamo nel settore della ricambistica da banco e online».

Iscritta a Piemex dal 2017, sin dal suo ingresso ha esplorato e sfruttato le potenzialità offerte dal network locale. Sul versante aziendale la casistica è ricca: «Occupandoci di vendita online, riusciamo a rifornirci di scatole per le spedizioni e di materiali per l’imballaggio. Da circa un anno ci avvaliamo di agenzie web che a vario titolo ci supportano con i social, il posizionamento e l’indicizzazione nei motori di ricerca. Abbiamo rapporti frequenti con agenzie di grafica e merchandising per tutto ciò che riguarda la pubblicità e l’immagine della ditta. Attualmente stiamo acquistando forniture di caffè in capsule per poterle rivendere ai nostri clienti in negozio. Sempre sul lato aziendale effettuiamo in crediti la la manutenzione dei furgoni che impieghiamo per l’assistenza a domicilio».

Altrettanto importante è il sostegno sul lato delle spese personali: «Per quanto riguarda le nostre spese i crediti hanno superato gli euro. Tutto il settore alimentare e bevande, l’abbigliamento, i prodotti farmaceutici, la ristorazione, le vacanze e il tempo libero, prodotti per l’estetica e la bellezza, la manutenzione degli automezzi, i casalinghi. Siamo una realtà a conduzione familiare e ciascun componente usa quotidianamente i crediti. Personalmente ho usufruito del Circuito per pagarmi la vacanza in Sardegna».

Il bilancio di quest’esperienza è largamente positivo: «Stando in Piemex possiamo investire risorse in beni e servizi che normalmente si procrastinano o non assumono rilevanza nella normale conduzione dell’attività, ma che tuttavia rappresentano un valore aggiunto per l’attività. Dalla pubblicità al merchandising, passando per il posizionamento nei motori di ricerca. Il circuito- conclude Lavalle – non è solo economia ma anche socialità intesa come insieme delle relazioni all’interno della rete e tra circuiti locali»

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni