In principio era Moderngraf

Piero è uno dei titolari della tipografia di famiglia, e rappresenta la continuità di un’attività artigianale portata avanti con passione e iniziata dal padre più di 50 anni fa.

«Sono cresciuto in tipografia, ho passato l’infanzia a giocare tra i macchinari e le stampe».

Inizia così il racconto di un vita passata tra le rotative e il mix di inchiostri.

«La tipografia esiste dagli anni 70, era di mio padre, che tuttora lavora con noi e dà un apporto importante, con più di 50 anni di esperienza. Allora era a Torino, dove vivevano i miei genitori. Poi all’inizio degli anni 80 è stata trasferita a San Mauro, dove siamo ancora oggi. Nell’88 i miei genitori hanno costruito la casa sopra al laboratorio, proprio quello che si può definire “casa-bottega” e io sono cresciuto giocando in tipografia. Respiro il profumo di inchiostro da sempre. Ancora oggi che non vivo più con i miei genitori, sento che quella è la mia casa».

Piero, da quanto tempo sei nel circuito e quali sono le ragioni che ti hanno spinto ad aderire?

Sono nel circuito da sempre, praticamente da quando è nato, sono stato la prima azienda ad aderire. Ho aderito perchè conoscevo una delle co-founder di Piemex e mi fidavo. In quel momento non c’era nessuna azienda nel circuito, né vicina a me né in altre zone, ma io ho voluto esserci perchè avevamo già avuto occasione di lavorare insieme per altri progetti e ci siamo sempre trovati bene. In più avevo già sentito parlare di modelli di pagamento diversi e complementari all’euro.

Purtroppo internet ha ammazzato il settore delle tipografie perchè vengono offerti on line prodotti di massa a prezzi stracciati (come i biglietti da visita). Chi resiste è perchè nel tempo ha capito che per stare sul mercato è necessario differenziarsi e realizzare lavori più complessi che non si possono trovare on line.

Nel nostro settore il periodo di peggior moria delle aziende è stato fino a 4 5 anni fa quando, solo a Torino e dintorni, le tipografie chiudevano una dietro l’altra. Questo ha portato sul mercato personale molto qualificato con molti anni di esperienza che si è trovato, purtroppo, disoccupato dall’oggi al domani. Avevamo richieste quotidiane di chi veniva da noi a cercare lavoro. Per questo sono ancora più orgoglioso di riuscire a portare avanti la nostra tipografia in questo mare in tempesta, e strumenti come Piemex sono un importante alleato.

È cambiato il circuito da quando hai aderito?

Posso davvero dire che è sempre migliorato perchè ha avuto una crescita continua, ci sono sempre più aziende e quindi sempre più opportunità sia di acquisto che di vendita. In questi anni ho fatto e continuo a fare davvero molto.

Oggi il nostro lavoro è sempre più difficile, è faticoso rimanere sul mercato ma io voglio guardare avanti e mi sono posto l’obiettivo di arrivare bene al 2021, anno in cui scadranno molti impegni finanziari, il che mi consentirà di lavorare più serenamente con una buona liquidità. E gli strumenti offerti dal circuito mi mettono oggi nelle condizioni di affrontare più serenamente il lavoro dei prossimi anni.

Come utilizzi il circuito?

Lo utilizzo per il consulente del lavoro, ho acquistato un furgone, la fornitura del caffè per l’ufficio, per l’antifurto, per il meccanico. Lo utilizzo per gli estintori e per le spese della sicurezza in azienda. Per la manutenzione e i controlli periodici.

Se invece devo fare spese straordinarie e particolari chiamo in sede e chiedo se ci sono fornitori in grado di soddisfarle: in quel caso i broker mi aiutano molto, sono al mio fianco da sempre. Si attivano con me e soprattutto “per me” nella ricerca della soluzione migliore.

Dal punto di vista delle vendite ci sono molte aziende che sono diventate clienti fidelizzati e per le quali ho realizzato praticamente tutto il mio portafoglio di offerta prodotti. Ora sto lavorando molto per un iscritto recente a cui facciamo le tovagliette per la ristorazione. In generale i prodotti che realizzo di più sono biglietti da visita, buste personalizzate, adesivi.

E ovviamente realizzo tutto il materiale per Piemex.

Ecco proprio mentre parliamo mi viene in mente che ho bisogno di fare alcuni lavori edili… avete qualcuno? Certamente si!!

Quali sono a tuo giudizio alcuni vantaggi

Innanzitutto sono molto importanti i vantaggi economici che derivano dall’adesione al circuito, perchè quando lo utilizzo non ho uscite di cassa, non uso liquidità, mi sempbra quasi di avere un “borsellino” di denaro a parte.

Inoltre tra gli aderenti c’è sempre un ottimo rapporto, c’è fiducia, c’è reciprocità e soprattutto c’è sempre un occhio di riguardo tra tutti. Rispetto ad altre esperienze che ho avuto, trovo che in Piemex è molto importante il rispetto delle regole commerciali, i prezzi sono giusti, e soprattutto c’è un ottimo ambiente.

Quando ne parlo la maggior parte delle aziende reagisce bene, ne ho parlato anche ad alcuni professionisti che sono abituati a lavorare in team e hanno già avuto esperienze di lavoro in network. Chissà che non diventino i prossimi aderenti.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni