Gli strumenti digitali e le opportunità per le imprese

SELLALAB a Biella, uno dei luoghi che hanno rappresentato la storia imprenditoriale e che oggi sono un laboratorio per il futuro della città, ha ospitato un importante incontro di presentazione delle innovazioni proposte dai circuiti di credito commerciale alle imprese e alla pubblica amministrazione.

Aiutiamo le imprese a innovare e le start up a crescere. Questo Claim di SELLALAB sintetizza bene l’importanza del lavoro di innovazione svolto a favore delle imprese, del territorio e dell’economia locale. Ed è anche stato il fil rouge dell’incontro organizzato in questo magnifico contesto: l’innovazione tecnologica offre infatti sempre più opportunità per le imprese che le sanno cogliere. Nuovi strumenti, come i circuiti di credito commerciale, sono a disposizione per favorire gli scambi e riportare le economie locali allo sviluppo. Il programma Europeo Digipay4Growth inoltre darà anche la possibilità di innovare i rapporti tra la pubblica amministrazione e le imprese fornitrici.

L’incontro è stato l’occasione per conoscere un nuovo modello di sviluppo economico che può aumentare l’impatto della spesa regionale, e di capire come i network di imprese possono fare sviluppo pur in presenza di crediti normalmente considerati ad alto rischio come quelli derivanti dal rapporto con le PP.AA. Sono emersi molti spunti interessanti e i partecipanti hanno animato un vivace dibattito.

Il programma ha visto l’apertura dei lavori da parte di Christian Zegna, di BTREES, come “padrone di casa” in quanto azienda in SELLALAB, che nel dare il benvenuto ai presenti ha affermato che come cittadino di Biella è orgoglioso che il comune sia così attivo con Agenda Digitale e come imprenditore ha aderito al circuito Piemex. Da questa duplice considerazione è nata l’idea per l’organizzazione dell’evento.

La parola è poi passata a Fulvia Zago, Assessore all’Agenda Digitale della Città di Biella, che ha ribadito l’importanza di fare sistema, integrando competenze e innovazione, e mettendo in relazione il pubblico con il privato, cercando di migliorare e rendere più semplice la vita dei cittadini. Tutti i cittadini di Biella sono stati infatti coinvolti dall’Amministrazione comunale nella fase di progettazione di Agenda Digitale e proprio il lavoro di squadra è stato e certamente sarà uno dei punti di forza dell’Agenda Digitale, modellando gli interventi sulle esigenze del territorio e per il bene del territorio. Questi valori sono assolutamente in linea con i valori espressi da Piemex, e più in generale dai circuiti di credito commerciale, e questo ha portato, tra l’altro, anche all’ingresso di Piemex in Agenda Digitale a Biella.

Giuseppe Littera insieme a Franco Contu, due tra i fondatori di Sardex, hanno presentato nel dettaglio Digipay4Growth, approfondendo in particolare il dibattito sulle modalità di funzionamento della linea SocialPay. Grazie agli sforzi per innovare i pagamenti digitali, è diventato possibile far sì che il potere di spesa degli attori pubblici venga utilizzato con maggiore frequenza all’interno delle reti locali e/o regionali. Le spese di un Comune o di una Regione, dei Cittadini e delle Imprese possono essere condizionate in modo da portarle a circolare nel territorio, al fine di aumentare le ricadute sociali dell’economia locale. Queste innovazioni sono state sperimentate da Sardex nell’ambito del lavoro su Digipay4Growth, insieme a Governi locali e ad Associazioni di Imprese a Bristol (Inghilterra), Santa Corona (Spagna) e in Olanda.

La presentazione ha suscitato molto interesse e un vivace dibattito, da parte dei sindaci di alcuni comuni limitrofi che erano presenti, dei rappresentanti di Banca Etica, del project manager di Agenda Digitale e delle associazioni di Categoria Confesercenti e Cna che oltre a rappresentare gli interessi delle imprese del territorio sono esse stesse aderenti a Piemex, e in tale occasione hanno spiegato i vantaggi che ne hanno già tratto.

A chiusura dell’incontro ha preso la parola Grazia Borri, Responsabile Partecipazioni e investimenti in Venture Capital di Banca Sella Holding, che ha affermato di aver seguito il percorso di crescita e di sviluppo del modello fin dalla nascita di Sardex, finanziata proprio in fase di start up da Banca Sella, e che ancora oggi è al fianco dei circuiti di credito commerciale nella fase di sviluppo sui territori. E questo non può che farci piacere.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni